Post produzione musicale, ecco a chi rivolgersi

La post-produzione (lavorare nel cinema, in televisione o nel web / nuovi media) può essere una buona opzione per chi cerca di espandere le opportunità di lavoro. Tuttavia, può richiedere tanto tempo / investimento quanto la musica e potrebbe non essere la mossa giusta per tutti coloro che la considerano.

La realtà del lavorare in post-produzione oggi:

  • Gli studi di post-produzione sono sommersi di curriculum quanto gli studi musicali.
  • Gli studi di post-produzione ricevono regolarmente curriculum da ingegneri musicali esperti e mixer (inclusi i vincitori dei Grammy).
  • C’è un numero crescente di scuole con diplomi in audio post-produzione. I laureati stanno entrando in lavori di livello base con competenze, esperienza, passione per il lavoro nel cinema e in televisione e una spinta a costruire le proprie capacità e trovare lavoro.
  • L’industria cinematografica sta affrontando molte delle stesse lotte dell’industria musicale. Il lavoro si sta spostando dagli studi agli indipendenti; le tariffe stanno scendendo; più ingegneri / mixer sono sul campo ora che mai; I fai-da-te stanno togliendo il lavoro retribuito ai professionisti.
  • I lavori a tempo pieno / salariati stanno diventando rari. Una volta che vai oltre l’essere un assistente (che si tratti di un editor, mixer o ingegnere) ci sono molte più opportunità come appaltatore / libero professionista.
  • I lavori di livello base pagano più o meno quanto quelli nella musica. I tirocinanti di Studio sono generalmente non retribuiti e la maggior parte non viene assunta. I primi anni sul campo possono essere difficili, indipendentemente dal fatto che tu sia freelance o abbia un lavoro in studio.
  • Un lavoro di livello base può essere molto impegnativo; ci si può aspettare che un assistente lavori 40-60 ore a settimana. Se stai ancora cercando di intraprendere una carriera secondaria (come la musica), può essere una sfida trovare un equilibrio durante questo periodo.
  • Una volta superata la retribuzione iniziale e creata una base di clienti, puoi guadagnare e sostenere uno stipendio di tutto rispetto. Il problema è che ci vuole molto lavoro e impegno per arrivarci (3-5 anni o più).
  • In post, l’esperienza musicale non è vista come equivalente. Una nomination o una vittoria a un premio musicale potrebbe non aumentare le tue probabilità di ottenere un colloquio. Il lato tecnico del post non è difficile da imparare (cose come il timecode o le specifiche) ma ci vuole comunque esperienza e tempo per fare bene.

Post produzione musicale

Se nche tu vuoi affidarti al meglio in termini di post produzione musicale, ti consigliamo di rivolgerti a NSL Studios, punto di riferimento del settore per la sua capacità di innovazione e l’alto livello delle sue produzioni e post-produzioni musicali.
Tutto questo è reso possibile anche grazie alla collaborazione con la North2North Ltd, compagnia di produzione audio facente base in Inghilterra e operativa in tutto il mondo.